Along Eastern seaboards of Australia (from Northern Rivers to Sydney, via Melbourne)

il
Intravedere un sentiero oltre la notte sembrava quantomai improbabile, tra le campagne desolate del Queensland tropicale prima, e immerso poi nelle piovose boscaglie delle rive settentrionali del New South Wales. I mesi passavano lenti e compassati, e forse non avevo più voglia della pur stuzzicante frenesia delle metropoli australiane, concentrate tutte nella parte orientale del continente. E’ qui che il 90% degli australiani vive e costruisce il futuro su un passato cancellato a causa della brama delle prime conquiste europee overseas. Immagine
Tuttavia il richiamo delle città continuava ad essere persistente. Sydney e Melbourne: fiere, libere e cosmopolite. Zone di contatto tra flussi migratori provenienti da isole e continenti lontanissimi, geografie misteriose, e il nuovo che qui ha connotati di ultra-futuro. Rivali da sempre, ma mai ugualI, le due città simbolo d’Australia, come due bambini capricciosi, si contendono il titolo di “capitali “, motivo per cui la capitale é Canberra. Il viaggio in Oz cominciava dall’irrinunciabile Sydney 8 mesi or sono, per cui mancava Melbourne nel travel board. Per colmare subito questa mancanza, e approfittando di alcune special guests presenti nella capitale dello stato del Victoria, sono tornato a Sydney in autostop (circa 800 km di strada, partendo da un desolato luogo a nord del NSW, Broadwater ,”Somewhere on the Pacific Highway”) per poi ripartire subito per Melbourne in autobus. Una città piena di angoli da scoprire, un’australiana in stile British, con il clima di Bristol, il centro di Hong Kong e i sobborghi di Berlino.
Immagine
Immagine
La capitale d’Australia dello sport è soprattutto nota per il suo lifestyle europeo particolarmente visibile nelle aree bohemien di Fitzroy, St Kilda e South Yarra, dove ci si perde tra innumerevoli vintage boutiques e art déco cafes.
Immagine
Immagine
Immagine
Melbourne a parte, del Victoria -The Garden State- ricorderò per sempre i giorni trascorsi nella Yarra Valley, attraversando colline, vallate e cantine pregiate. In una macchina in corsa e con il cuore caldo, in puro stile tardo-romantico. Qui, a 100 km da Melbourne, per due notti nei meandri della foresta pluviale, nel suggestivo Strathvea B&B Guest House.
Immagine
Immagine
Il posto dove essere per una fuga indulgente. Lasciarsi indietro questi giorni è stato come lasciare indietro i compromessi di una gioventù che scappa via velocissima. Profumi di eucalipto, legno e vino. E una luce che filtra a stento dai grovigli di liane che si intersecano una sull’altra per proteggere tutto questo dall’invasione dei nostri tempi moderni che arriva fino qui.
Il resto dei giorni esploravo altri angoli nascosti: lungo il fiume Yarra, a St. Kilda e a Mordi Beach, dove, lontano dal caos della Central Business District, Melbourne incontra il mare, circuendo Port Philip Bay.
Immagine
Immagine
Proprio mentre tutto scivolava via verso una quasi definizione di routine, ecco che giunge il momento, inaspettato, di riabbracciare le scogliere di Sydney. Ritrovandola scenica, iconica, spettacolare e piena di sole più che mai.
Il destino mi ha riportato qui, e l’irresistibile richiamo dei suoi paradisi: spiagge bianchissime, oceano cristallino e antichi villaggi di pescatori e baie incontaminate che fanno da contorno a tutta la baia.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Mi accorgo di essere in un altro mini capitolo della mia vita. Meraviglioso proprio perché a volte sofferto.
Volteggiando nell’aria i connotati di un sogno che non ha nome ma che continua.
Cercando di fare qualsiasi cosa in cui io sia impegnato con amore. Sentendomi riconoscente verso il presente che mi vuole qui e non pensando al futuro, poiché l’attimo che verrà dopo baderà a se stesso.
Immagine
Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. amendolangela ha detto:

    ci manchi, dreamer

  2. michelemoricci ha detto:

    Quanta invidia. Tanta Tanta Tanta! ^_*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...