Dicembre a Vienna

il

Culla della cultura mitteleuropea, Vienna ha davvero troppe ragioni per farsi preferire ad altre capitali europee per una fuga express anche solo di due giorni.

Vienna vanta vestigia storiche e spettacoli sinfonici, paradisi dolciari, fastosi castelli barocchi e gallerie d’arte new age. Si balla il valzer ma si incontrano sonorità della scena underground. Si beve e si mangia da Dio e il candore silenzioso della neve rende ancor più fiabeschi quei parchi illibati, quell’architettura art-nouveau e quelle torri dei campanili gotici più alti d’Europa.

unnamed-1.jpg

unnamed-3.jpg

unnamed-6.jpg

Cosa ho fatto in 2 giorni

Belvedere Museum è lo scrigno di tesori inestimabili dove amminare non solo la genialità espressa nella “Golden Phase” di Gustav Klimt ma anche i capolavori a cavallo tra le due guerre, di arte medievale, barocca e contemporanea, ben distribuiti in una struttura architettonica di rara bellezza, costruita in origine come residenza estiva del Principe Eugenio di Savoia.

unnamed-8.jpgHundertwasserhouse è il complesso di case popolari costruito nel 1986 dall’artista Friedensreich Hundertwasser che passò tutta la vita a sognare un mondo pieno di colori e lo traspose su architettura nelle facciate di questo splendido palazzo dalle linee morbide con intarsi in ceramiche vivaci.
Si trova nel quartiere di Landstraße, a est del centro della città.

unnamed-5.jpgunnamed-2.jpg

Prater è uno dei simboli del cityscape viennese. È una ruota panoramica attorniata da parco pubblico fra i più grandi e famosi di Vienna dove si trova uno dei parchi divertimento più antichi d’Europa.

unnamed-12.jpg

St. Stephen’s Cathedral viene chiamata dai viennesi “Steffl”, è tra le più alte del mondo e visibile da quasi ogni lato della città. Tra mercatini natalizi, vie dello shopping che si snodano a partire da qui e migliaia di persona che vi transitano, è il punto di ritrovo più adatto.

IMG_1809.jpeg

Karlsplatz, con i più suggestivi mercatini di Natale tra fiori, cibo di ogni genere e tanto altro.

unnamed.jpg

Cosa ho mangiato in 2 giorni

Da non perdere, oltre alla sachertorte, il dolce tipico della tradizione austriaca e la torta al cioccolato più conosciuta al mondo, e alle palle di Mozart, per gli amanti del salato come me, un tuffo nella zuppa di goulash, qualche snack tipico nelle tante würstel boutique presenti in città, bretzel e salsicce. Per un’ottima cena austriaca 7Stern Bräu è la tipica e frequentatissima birreria nel quartiere dei musei con dell’ottimo cibo da accompagnare a forti bevute! A pranzo, per prendersi un break da carne e insaccati, optate per una soluzione vegana da Bep Viet, il meglio del vietnamese food in Favoritenstrasse tra una zuppa di verdure al curry e del tofu fritto con foglie di lime e coriandolo.

Su Wizzair tutti i voli diretti per Vienna dall’Italia.

unnamed-9 (1).jpg

unnamed-4.jpg

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...